Navigazione immagini

2014

at 1200 × 797 in Arte in tavola

La persistenza della memoria è uno dei quadri più famosi di Salvador Dalì, nel quale l’invenzione degli “orologi molli” diventa una chiave della sua pittura. Il tempo meccanico, misurabile con gli orologi, è messo in crisi dalla memoria umana, che del tempo ha una percezione ben diversa. Dalì spiegò che il concepimento della sua opera fosse in oltre legato ad una sua personale e sensibile riflessione surrealistica dello scioglimento del formaggio al sole.
“Il titolo del quadro ci ha portati a pensare all’effettiva persistenza delle cose che appartenevano al nostro passato in ambito culinario, qualcosa che si sta perdendo è la cucina povera, quella degli scarti, del riciclo. Ci è venuto in mente il collo ripieno e il collegamento è stato immediato con gli orologi di Dalì per via della forma. Abbiamo quindi giocato sui sapori della memoria e sulla forma del piatto cercando di ricreare i movimenti con gli ingredienti di un collo ripieno.”